Escursioni al Lago Maggiore a piedi o in bici

Escursioni al Lago Maggiore a piedi o in bici

Il Lago Maggiore: un paradiso per escursionisti e ciclisti

Il Lago Maggiore, incastonato tra le Alpi piemontesi e lombarde, è una vera e propria perla del nord Italia. Con le sue acque limpide, i suoi paesaggi pittoreschi e i suoi affascinanti borghi, offre una cornice ideale per una vacanza all'insegna del relax e del benessere. Ma il Lago Maggiore è anche un paradiso per gli amanti delle attività outdoor: in questa guida ti presentiamo i migliori sentieri al Lago Maggiore, da quelli di trekking a quelli percorribili anche in bici e MTB.

Lago Maggiore in camper?

Per i camperisti e gli amanti delle vacanze attive, il Lago Maggiore è una destinazione ideale. Numerosi campeggi si affacciano sulle sue rive, offrendo servizi di qualità e un'atmosfera accogliente. Attenzione però: alcune vie e strade segnalate dai navigatori non sono sempre adatte per camper e veicoli di grandi dimensioni. Ti consigliamo pertanto di informarti in anticipo sugli itinerari che vuoi percorrere in camper.

Indice

Da Cannero Riviera a Cannobio (con ritorno in battello)

Lago Maggiore, Carmine Superiore

Questa escursione si snoda su un sentiero collinare lungo la costa piemontese del lago, tra boschi di castagni e borghi pittoreschi, in parte raggiungibili solo a piedi. Offre scorci panoramici sul Lago Maggiore e sulle montagne circostanti. 

  • Lunghezza del percorso: 7,5 km

  • Durata: 2:45 h

  • Difficoltà: facile/media – Attenzione: tratto impegnativo da Carmine Inferiore a Molineggi

Indicazioni

Da Cannero Riviera a Carmine Superiore – Dal porto turistico di Cannero Riviera, dirigiti verso l’antico porticciolo di Cannero. Da qui prendi un sentiero a gradoni fino alla statale 34. Attraversa la strada e segui un sentiero lastricato che si snoda tra vecchi muri di pietra e giardini, offrendo splendide viste sul lago e sui Castelli di Cannero. Arrivato a Carmine Superiore, puoi fermarti per fare una pausa e ammirare il suggestivo borgo medievale e la chiesa di San Gottardo, da cui si gode una vista mozzafiato sul lago.

Da Carmine Superiore a Molineggi  Da Carmine Superiore, inizia la parte più impegnativa: imbocca il sentiero segnalato per Cannobio, che sale ripido in un bosco. Dopo circa 15 minuti dalla fine della salita, si arriva ad una stradina in pietra e dopo poco si gira a destra al bivio per Molineggi. 

Discesa verso Cannobio  Da Molineggi, prosegui su un sentiero segnalato in bianco e rosso che scende con una bella vista su Cannobio. Continua la discesa fino al fondo alla valle, arrivando così sulla strada principale che porta a Cannobio. Qui puoi visitare il suo centro storico e infine dirigerti al molo dove potrai prendere il battello per tornare a Cannero Riviera.

Alcune attrazioni vicino al percorso

Parco degli Agrumi (Cannero Riviera): questo parco, aperto tutto l’anno, offre un'esperienza unica immersa nella natura e nella fragranza degli alberi di agrumi, con oltre 150 varietà diverse. Consigliamo in particolare la Festa degli Agrumi, che si celebra a marzo e prevede un programma ricco di eventi enogastronomici e culturali. Per ulteriori informazioni sugli eventi nei dintorni, puoi rivolgerti all’.

Chiesa di San Gottardo (Carmine Superiore): chiesa medievale risalente al 1300 e arroccata a 300 metri sul Lago Maggiore. Impressiona per la posizione panoramica e i suoi imponenti affreschi del XV e XVI secolo.

Santuario della Santissima Pietà (Cannobio): gioiello barocco del XVII secolo, meta di pellegrini per la venerata statua della Madonna. Con stucchi dorati, affreschi e una facciata riccamente decorata, offre un'esperienza artistica e spirituale unica sul Lago Maggiore.

Percorso ad anello da Laveno al Sasso del Ferro

Sasso del Ferro Seilbahn am Lago Maggiore

Il Monte Sasso del Ferro domina il paesaggio sopra la città di Laveno (Lombardia), offrendo agli amanti dell’escursionismo un percorso ad anello imperdibile, ricco di panorami da cartolina e scorci suggestivi.

  • Lunghezza del percorso: circa 5 km

  • Durata: 2:30 h

  • Difficoltà: media

Indicazioni

Primo tratto in funivia – Inizia la tua avventura alla stazione a valle della Funivia di Laveno. Dopo circa 6 minuti di salita all’interno delle cabine, da cui potrai goderti il bellissimo panorama, arriverai alla stazione a monte di Poggio Sant'Elsa.

Salita al Sasso del Ferro – Da qui, preparati per una ripida salita di 20 minuti lungo la cresta che conduce alla cima del Sasso del Ferro. Il sentiero ti regalerà viste incantevoli sul Lago Maggiore e sulle montagne circostanti (Monte Rosa compreso).

Discesa e ritorno a Laveno – Dopo aver ammirato lo spettacolo dalla vetta del Sasso del Ferro, scendi lungo lo stesso sentiero fino alla stazione della funivia di Poggio Sant'Elsa. Qui, prendi il vecchio sentiero 222 in direzione di Casere. Dopo circa 15 minuti, prendi la strada che si dirama verso destra. Poco dopo, gira a destra a un incrocio e procedi per circa 10 minuti fino a Casere. Al bivio di Casere, dove troverai una mappa escursionistica, imbocca il sentiero verde segnalato AV, che ti condurrà, dopo circa 30 minuti, alle prime case di Monteggia. Prosegui per altri 15 minuti, seguendo Via Vavaro, fino a passare sotto un ponte. Il sentiero stretto scende ripidamente lungo i margini dell'abitato fino a congiungersi con Via Caprera dopo altri 15 minuti. Gira a sinistra e, in pochi minuti, sarai al punto di partenza a Laveno, concludendo così il tuo anello escursionistico.

Consiglio: Per gli escursionisti meno allenati o le famiglie con bambini, dopo essere tornati alla stazione della funivia di Poggio Sant’Elsa, si può ritornare a Laveno riprendendo la funivia. Per gli escursionisti esperti, invece, anche all’andata è ovviamente possibile percorrere il tratto fino al Poggio Sant’Elsa a piedi.

Non solo trekking!

Il Sasso del Ferro attira anche gli amanti di sport estremi. Dalla vetta del monte è infatti possibile lanciarsi con il deltaplano o il parapendio. Anche per chi non ha mai provato questi sport, qui è possibile effettuare voli in tandem e prendere lezioni di volo contattando in anticipo la società Funivie del Lago Maggiore.

Da Luino a Laveno in bici passando per il Passo del Cuvignone

Porto di Laveno sul Lago Maggiore, Lombardia, Italia

Luino, situato sulla sponda lombarda del Lago Maggiore, al confine con la Svizzera, è una deliziosa cittadina che ha molto da offrire. Per una semplice passeggiata sul lungolago e nel suo centro storico, oppure un’escursione sulle alture circostanti, gli amanti delle attività all’aria aperta non rimarranno delusi. Di seguito ti presentiamo un percorso da fare in bici che da Luino sale fino al Passo del Cuvignone per poi scendere fino a Laveno.

  • Lunghezza del percorso: circa 45 km

  • Durata: 5:00 h

  • Difficoltà: medio-difficile

Indicazioni

Da Luino al Passo del Cuvignone – Dalla stazione ferroviaria di Luino, prosegui a sud lungo il lago fino a trovare sulla sinistra la pista ciclabile della Valcuvia, che costeggia il fiume Margorabbia e attraversa boschi e paesaggi agricoli. Arrivati a Casalzuigno e passata la Villa della Porta Bozzolo, si prosegue in salita (Attenzione: tratto impegnativo!) fino ad Arcumeggia, dove si può fare una pausa prima di continuare. Si continua poi, sempre in salita, fino al Passo del Cuvignone, il punto panoramico più alto da cui si può godere una vista mozzafiato sul Lago Maggiore. 

Per chi non è allenato e per i ciclisti amatoriali, la salita fino al Passo del Cuvignone è molto impegnativa. Ti consigliamo quindi di percorrerla in e-bike.

Discesa fino a Cittiglio e Laveno  Ammirato il paesaggio, si può riprendere a pedalare, ora in discesa sulla Via Vivaro, fino a raggiungere il comune di Cittiglio, dove la strada diventa più pianeggiante. Si può continuare su Via Vivaro oppure attraversare il centro di Cittiglio passando per il centro del paese e riprendendo poi il viaggio lungo la pista che costeggia il torrente Boesio fino a Laveno.

Alcune attrazioni vicino al percorso

Villa Della Porta Bozzolo (Casalzuigno): dimora di campagna del Cinquecento con un meraviglioso giardino secolare e spazi interni con affreschi in stile rinascimentale.

Cascate della Froda (tra Casalzuigno e il Passo del Cuvignone): serie di suggestive cascate facilmente raggiungibili attraverso un sentiero immerso nel verde.

Sei in cerca di strutture ricettive, oppure cerchi ispirazione sulle spiagge e i luoghi più belli da vedere durante la tua vacanza al Lago Maggiore? Ti consigliamo di consultare le numerose risorse messe a disposizione da .

Circuito in bici da Sesto Calende al Parco della Quassa

Parco della quassa con ciclisti in italia

Questo itinerario sulla sponda lombarda del Lago Maggiore si snoda sia su sentieri sterrati che asfaltati, offrendo un'esperienza indimenticabile nella natura. 

  • Lunghezza del percorso: circa 36 km

  • Durata: 2:45 h

  • Difficoltà: media

Nonostante alcuni tratti impegnativi, il percorso può essere affrontato tranquillamente anche da famiglie e principianti, eventualmente con l'ausilio di una bicicletta elettrica.

Indicazioni

Da Sesto Calende al Parco della Quassa  Si parte da Sesto Calende, dalla salita che da via Monastero conduce verso Taino, passando per zone boschive. Attraverso Taino e Capronno, si raggiunge Barzola e si continua lungo la strada asfaltata verso Barza. Poi si procede in direzione Ispra, passando sulla pista ciclopedonale sul lungo lago fino al Parco della Quassa. Qui potrai visitare il parco e fare una pausa sulle spiagge di Ranco, ognuna con il suo fascino unico. Alternativa: da Barza, un’altra opzione è dirigersi verso il Golfino del Monzeglio e attraversare il boschetto circostante, ricongiungendosi poi al Parco del Golfo della Quassa.

Dal Parco della Quassa a Sesto Calende  Una volta recuperate le energie, dirigiti verso l'oasi della Bruschera, area naturalistica vicino ad Angera. Il percorso attraverso l'oasi è principalmente su sterrato piano. Chi vuole può però percorrere la breve salita fino alla collina di Cocquo, da dove si gode di una splendida vista panoramica, e scendere lungo il circuito della Gara di Sesto rientrando a Sesto Calende.

Altre attività ed escursioni al Lago Maggiore

Tour delle isole del Lago Maggiore: per chi visita il Lago Maggiore, è imperdibile una visita alle Isole Borromee. Puoi prendere i battelli di linea dalle principali località sul lago o prenotare un e scegliere tu da dove partire.

Da Stresa a Belgirate: per gli escursionisti più esperti, il sentiero escursionistico da Stresa a Belgirate, anche chiamato Sentiero dei Castagni, è un'esperienza da non perdere. Questo sentiero panoramico, lungo circa 9 km e con alcuni tratti impegnativi, collega le due città e offre una vista spettacolare sul lago e sulle isole Borromee.                  

Consiglio: Vuoi scoprire Stresa e i dintorni del Lago Maggiore sotto la guida di chi conosce bene la zona? Ti consigliamo allora di affidarti ai numerosi tour e alle esperienze che trovi sul portale .

Camminata alla Torraccia medievale di Feriolo (VB): situata su un promontorio a picco sul lago, la Torraccia offre una vista panoramica mozzafiato sulla vallata sottostante. Il sentiero che conduce alla torretta è ben segnalato e adatto a tutti i livelli di preparazione. La salita dura circa un'ora e mezza, ma la fatica è ampiamente ricompensata dalla vista spettacolare che si gode dalla cima.

Escursione all’: sicuramente una delle mete più suggestive del Lago Maggiore, l’antico complesso monastico si trova incastonato nella roccia nei pressi di Leggiuno (VA). È possibile raggiungerlo parcheggiando nel piazzale sovrastante e scendendo una scalinata panoramica nella roccia o tramite un ascensore panoramico, che offre la vista sul lago. Altrimenti è possibile raggiungerlo via lago, partendo in battello da Stresa o Arona o tramite taxi boat.

Consiglio

Se hai bisogno di organizzare la tua escursione in battello per tutta la tua famiglia o la tua comitiva, o vuoi provare provare l'esperienza di un suggestivo aperitivo in barca o di una crociera notturna, ti consigliamo di rivolgerti a .

Anello ciclabile Laveno-Mombello: un affascinante giro in bici lungo le Valli del Verbano e il Lago Maggiore, con un percorso di circa 42 km da Laveno Mombello che passa per diverse città e paesi come Cittiglio, Cuveglio, Grantola e Germignana. Attenzione al tratto lungo il lago, dove la circolazione in bici è vietata e la statale è stretta e pericolosa, soprattutto nei weekend e in estate.

Per scoprire altri percorsi sul Lago Maggiore e per avere informazioni turistiche utili sui dintorni visita il portale del .

Conclusione: scoprire il Lago Maggiore a piedi e in bici

Il Lago Maggiore, insieme al Lago di Garda, è sicuramente uno dei laghi più amati e conosciuti d’Italia. Perfetto per gli amanti delle attività all’aria aperta, offre relax, esperienze a contatto con la natura ed escursioni per tutti i gusti.

218495753: mojolo - Adobe Stock | 635610326: Laurent - Adobe Stock | 208751596: LianeM - Adobe Stock | 216896085: mojolo - Adobe Stock | 798734877: picture10 - Adobe Stock